Attività fisica: ecco la giusta dose da praticare a tutte le età

20 Mag 2019

Roma, 20 maggio 2019 – Grazie ad un po’ di movimento fisico è possibile prevenire fino a 40 malattie croniche che colpiscono il corpo e la mente? L’attività fisica è infatti la migliore medicina preventiva un vero e proprio ‘farmaco’. Però per esser efficace deve seguire dei dosaggi precisi. L’età rappresenta senz’altro il primo criterio da valutare per una giusta somministrazione dell’esercizio. Ecco quali sono quali sono le giuste dosi di movimento:

• da 5 a 17 anni: L’attività fisica è fondamentale in questa età: bisognerebbe praticarne come minimo 60 minuti al giorno, concentrandosi 3 giorni a settimana su attività intense per rafforzare muscoli e ossa (sport agonistico, ma anche una partita di calcio, basket, pallavolo, tennis). Il resto dell’attività deve essere di tipo moderato, come giocare all’aperto, andare in bicicletta o praticare un hobby dinamico
• da 18 a 64 anni: Servono almeno 150 minuti a settimana di attività moderata (ad esempio mezz’ora di corsa per 5 giorni) oppure 75 minuti di attività intensa (come 2 allenamenti di calcio a settimana). In ogni caso, almeno 2 volte alla settimana bisognerebbe concentrarsi sulla muscolatura, con sport intensi o esercizi aerobici. Ovviamente, soprattutto dai 18 ai 40 anni, è meglio abbondare rispetto alla soglia minima!
• Dopo i 65 anni: Per prevenire il declino fisico e cognitivo, oltre che cadute e osteoporosi, occorre praticare esercizi di rafforzamento muscolare moderato almeno 3 volte a settimana. Ricordate che basta una passeggiata di 5.000 passi al giorno per mantenere il proprio organismo sano e attivo.

FONTE: ISS