Covid: Commissione UE, “Aumentare test, tracciamento e sorveglianza”

17 Lug 2020

Roma, 17 luglio 2020 – Attività di test e tracciamento dei contatti, miglioramento della sorveglianza della sanità pubblica, incremento delle coperture vaccinali antinfluenzali e un accesso più ampio alle contromisure mediche (come dispositivi di protezione individuale, medicinali e dispositivi medici). Sono queste le principali misure proposte dalla Commissione Europea per rafforzare la preparazione sanitaria dell’UE e per affrontare i focolai di COVID-19. Per questo l’altro ieri è stato presentato a Bruxelles un documento specifico preparato dalla principale Istituzione dell’Unione Europea. “Sebbene siano stati compiuti progressi notevoli dalla fase acuta della pandemia di COVID-19 il virus continua a circolare – ha dichiarato Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare -. La vigilanza, la preparazione e il coordinamento sono essenziali per prevenire focolai generalizzati. Oggi chiediamo un’azione forte e comune per proteggere i nostri cittadini e sosterremo gli Stati membri in tale impegno. È nostra responsabilità garantire di essere preparati al meglio. Non è il momento di abbassare la guardia”. “Anche se ora conosciamo meglio il virus abbiamo il dovere di mantenere un atteggiamento vigile e improntato alla prevenzione – ha aggiunto Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo -. L’insieme di misure presentate oggi mira a contrastare eventuali ulteriori focolai di COVID-19. Mettendo in pratica gli insegnamenti tratti negli ultimi mesi, stiamo pianificando in anticipo per evitare improvvisazioni, rafforzando la nostra preparazione su tutti i fronti, salvaguardando il mercato unico e le sue libertà principali e agevolando il cammino verso la ripresa economica e sociale in tutta l’UE”.

FONTE: Commissione UE